aprile 23, 2014

I regali. Quando la lista di nozze è eco-sostenibile. Consigli e curiosità

03_Giordania 29.12.2013-07.01.2014 357Primavera, tempo di matrimoni, torniamo a parlare di eco wedding con Letizia. Oltre a quello relativo agli anelli e alle promesse tra gli sposi, le nozze rappresentano l’occasione per un altro scambio: quello dei doni degli invitati alla coppia per ringraziarli dell’invito.

Forse i manuali di bon ton sconsigliano agli sposi di organizzare la lista-nozze e, ai partecipanti di regalare denaro, ma queste soluzioni solo largamente in uso perché assicurano alla coppia di non ricevere oggetti sgraditi e agli invitati di non perdere tempo e pazienza nella scelta degli omaggi.

Da un punto di vista ecologico la lista, di per sé, può già ritenersi una buona soluzione green perché evita doppioni e oggetti indesiderati che costituirebbero uno spreco di soldi e delle risorse necessarie per realizzarli (e spesso anche di spazio per collocarli). Dal punto di vista organizzativo, rendere la lista di nozze disponibile a tutti on-line consentendo il pagamento direttamente da casa evita poi agli invitati lunghi, noiosi (ed inquinanti) spostamenti sino ai negozi.

In merito alla scelta dei doni, cari futuri sposi, partite dal pensare a ciò che veramente vi serve e che comunque acquistereste. Qualora vi orientiate su oggetti per la casa potreste scegliere liste equosolidali con piatti, bicchieri e quanto altro serve in cucina, ma anche tende, copriletto, complementi d’arredo e ogni altro prodotto dell’artigianato “fairtrade” realizzato all’interno di progetti etici di sostegno dei lavoratori. Se cercate, invece, un’alternativa nostrana, potreste, ad esempio, recarvi in una delle tante fabbriche italiane di ceramiche e porcellane: sono tante – e, in alcuni casi, molto antiche – le lavorazioni storiche e tradizionali di servizi di piatti e suppellettili.

Se, invece, dovete arredare il vostro nido, potreste scegliere mobili realizzati con legno certificato e senza vernici tossiche e, nel caso degli elettrodomestici, fate attenzione alla classificazione energetica (via libera alla tripla A!). Nella scelta dei prodotti (inclusi materassi e rubinetteria) fate riferimento al marchio europeo Ecolabel  che certifica il minor impatto ambientale del prodotto. Non dimenticate ovviamente un bel contenitore per la raccolta differenziata e i dispositivi salva acqua, gas ed energia.

E se il regalo che desiderate fosse il viaggio dei vostri sogni? Sono molti i tour operator amici dell’ambiente che organizzano viaggi in armonia con i luoghi da visitare, che siano posti incontaminati o città d’arte, possibilmente garantendo spostamenti (viaggio di andata e ritorno a parte) ad emissioni zero grazie a percorsi a piedi o in bicicletta, ma anche a bordo di sci, barche a vela o canoa. Potreste realizzare un “viaggio responsabile” in Perù, alla scoperta della cultura e dei popoli locali o nello Sri Lanka tra paesaggi incantevoli e alla scoperta delle popolazioni locali.

Se invece la vostra casa non necessita di nulla e se avete già organizzato (e pagato) la vostra luna di miele potreste sempre finanziare, tramite la lista di nozze, un progetto eco-equo solidale, come hanno fatto anche Kate e William di Inghilterra i quali hanno chiesto ai loro ospiti di fare donazioni ad associazioni ambientaliste ed umanitarie, tra le quali anche una impegnata per la tutela degli elefanti thailandesi.

Come ogni buona pratica speriamo che sia eco-contagiosa, quindi non dimenticate di scrivere nel bigliettino in cui si indica la lista di nozze e le vostre scelte eco e green: sarà un motivo in più per i vostri invitati per scegliere un regalo dalla lista.

Un ultimo ma fondamentale consiglio. Sicuramente, lo vogliate o meno, riceverete oggetti che non vi piacciono: non ammassateli in garage, ma date a loro (e a voi stessi) l’opportunità di una seconda vita grazie ai negozi dell’usato o portandoli ad uno swap party!

 

  • maria giovanna Tarullo

    Ma quante belle idee green da appuntare … le dispenserò alle prossime amiche che si sposeranno!!!

Previous post:

Next post:

Powered by Greenbean and Heppni | Privacy Policy