ottobre 23, 2014

A scuola c’è una compagna in più: l’amica ecosostenibilità

School and office supplies on a wooden table.La scuola scandisce i ritmi delle giornate, delle settimane e un po’ di tutto l’anno di molte famiglie. Si va sempre un po’ di corsa e ogni tanto è bene controllare di aver messo tutto nella cartella, ad iniziare dall’amica ecosostenibilità.

Iniziamo dal momento più bello della giornata: la merenda. Ecogenitori è importante cercare di dare cibo sano sia per il nutrimento che per l’ambiente. Alimenti possibilmente fatti in casa e frutta fresca insegneranno ai nostri figli una lezione importantissima: con l’ecosostenibilità c’è più gusto.

Matite, quaderni e penne si consumano uno dietro l’altro. Forse non sapete che anche nella loro scelta potete essere ecofriendly.

Per i quaderni, i blocchi per appunti, le risme e le cartelline di carta, online e in giro si trovano tantissime soluzioni eco. E’ infatti possibile scegliere quelli in carta riciclata o prodotte con legni che provengono da foreste controllate: fate sempre attenzione a cercare prodotti “marchiati” con i loghi FSC o certificati Blauer Engel ed Ecolabel. Un ecosuggerimento: a fine anno, se ne quaderni avanzeranno dei fogli, potreste tagliarli, forarli e utilizzarli per riempire i raccoglitori ad anelli dell’anno successivo.

Attenzione a non rovinare i libri, potranno essere utili a fratelli ed amichetti minori o regalati in biblioteca. E’ importante rivestirli, ovviamente in maniera ecologica. Potreste usare i ritagli di carta da regalo che avete conservato dopo “scartato” un pacco-dono, personalizzando quelle meno “vivaci” con qualche figurina avanzata dalla collezione dei vostri figli a cui sarà affidata la scelta delle immagini da portare nello zaino e sui banchi per tutto l’anno.

Cartelle ed astucci normalmente accompagnano i nostri ragazzi per anni. La loro scelta è quindi fondamentale. Già, ma quali scegliere quando è arrivato il momento di prendere uno nuovo?

Innanzitutto è meglio prediligere modelli resistenti (e quando vengono usati dai bambini vuol dire molto resistenti!) che possano essere riutilizzati per diversi anni ed ergonomici per evitare cattive abitudini soprattutto di postura. Tra quelli in commercio si stanno diffondendo i modelli realizzati con materiali naturali come la canapa e il cotone bio, con rifiniture in plastica riciclata e chiusure in legno ecosostenibile. Molto ricercate sono poi, tra i più piccoli, le linee dedicate agli amici animali per portare la natura in spalla. Per i ragazzi più grandi, invece, che vivono attaccati agli oramai irrinunciabili smartphone, sarà un “must” lo zaino con i pannelli solari per poter essere sempre pronti a rispondere ai messaggi degli amici …..e ovviamente delle mamme. Se siete invece dei cultori del fai da te potreste creare una borsa unica, ad esempio con l’uncinetto, in cui si intrecceranno l’amore per i vostri figli e la vostra fantasia o trasformare la vecchia custodia di un DVD che non vi interessa più in un astuccio.

All’interno dell’astuccio sarà poi possibile riporre gli eco righelli, nonché penne e matite ricaricabili realizzate con materiali naturali – dal cartone alle bioplastiche – o con componenti  derivanti dal riciclo (addirittura anche dai vecchie custodie CD). Se dovrete comprare evidenziatori, pennarelli, colle e l’immancabile correttore – il famoso “bianchetto” – sappiate che alcuni produttori li realizzano senza l’uso di solventi chimici.

Se a vostro figlio verrà richiesto di portare a scuola qualche strumento tecnologico come una calcolatrice, sono assolutamente fuori moda le batterie: scegliete modelli alimentati da un pannellino solare e il pargolo non avrà più scuse per non fare i compiti di matematica.

Ora è tutto pronto e i vostri pargoli potranno andare a scuola e portarsi appresso una buona dose di “green”.

Letizia Palmisano

 

Previous post:

Next post:

Powered by Greenbean and Heppni | Privacy Policy