ottobre 23, 2015

Halloween: dolcetto o scherzetto? Sicuramente ecofriendly!

Halloween ecofriendlydi Letizia Palmisano

L’autunno è il tripudio dei colori, le giornate si accorciano e, anche a causa del meteo sempre più variabile, crescono le occasioni per stare in casa. Pur se costretti a trattenersi tra le pareti domestiche ciò non significa che anche la nostra fantasia e la nostra creatività debbano rimanere imprigionate. Sta per avvicinarsi, anzi, un’occasione per mettere a frutto la nostra abilità manuale: Halloween. Sebbene non sia una tradizione autoctona, negli ultimi anni nelle scuole, ma anche nelle case degli italiani, sarà per i dolci o per i travestimenti “da paura”, sono sempre di più i grandi e bambini che vengono affascinati da questa festa d’Oltreoceano. Fra zucche malefiche e streghe a cavallo di scope volanti c’è un modo per festeggiare in maniera ecofriendly? Assolutamente sì ad iniziare dall’indagare sulle origini della festa, legate proprio ai ritmi della natura.

Halloween ovvero Samhain, festa di fine dell’estate

Le origini di questa ricorrenza sono antichissime e nascono tra la Francia e la Gran Bretagna, ben prima dell’arrivo, in tali terre, dei Romani. Il 1° novembre, col passaggio dalle stagioni calde a quelle fredde e con la natura che calava in uno stato di morte apparente, si festeggiava il capodanno dei Celti. A quei tempi il nome della festività era Samhain, ovverosia fine dell’estate. Questo capodanno, col tempo, divenne una data in cui la paura dell’aldilà e degli spiriti (ai quali le persone, per propiziarsi il loro benvolere, lasciavano fuori dalle case cibo e bevande) si univa alle feste per l‘anno nuovo. Le lanterne si realizzavano con cipolle e rape intagliate che vennero sostituite dalla zucca solo con l’arrivo degli Irlandesi negli Stati Uniti.

Il nome attuale, invece, venne adottato con il diffondersi del cristianesimo e significa vigilia di Ognissanti, festività del 1° novembre. Nonostante i tentativi del cristianesimo di cancellare questa festa, ritenuta pagana, essa è sopravvissuta nei secoli fino ai giorni nostri anche se i riti e i timori dei secoli passati sono stati a tutti gli effetti esorcizzati e la data è diventata un momento di divertimento, specie per i più piccini.

Iniziate i preparativi della festa con i vostri bambini con qualche giorno d’anticipo: raccontare ai pargoli che anche oltre 2000 anni fa, con l’arrivo del freddo, si rimaneva in casa a fare dei lavoretti farà cadere su di voi un’atmosfera che odorerà di antico.

Ecco qualche idea.

zucca halloween ecofriendly

Dolcetto o scherzetto?

Per prima cosa, potremmo iniziare a preparare le buste spettrali dove raccogliere i dolciumi regalati, porta a porta, da amici e vicini. Realizzare spaventose e divertentissime shopper sarà un vero divertimento, ma potrete sempre adattare all’uso una vecchia federa (anche se rattoppata andrà benissimo) o utilizzare un cestino potrà essere una valida eco alternativa.

Passiamo poi alla parte culinaria: i dolcetti sono tra gli ospiti più attesi della serata e prepararli in casa sarà uno spasso. Che ne dite di partire con dei biscotti o dei muffin (vegan) alla zucca? Con della semplice carta da forno potreste ritagliare la sagoma dell’amata zucca sorridente, ma anche di fantasmini e pipistrelli per poi ricalcarne la forma e ottenere simpatici biscotti. Avete mai pensato, poi, di realizzare in casa caramelle, lecca lecca e cioccolatini? È molto più semplice di quel che si pensi e veloce come… scartare una caramella.

Scary House

Il travestimento, si sa, è uno degli aspetti più simpatici e divertenti di Halloween. A travestirsi, oltre che agli ospiti e a voi, sarà anche la vostra casa, ad iniziare dalla porta esterna per far sapere ai bambini del vicinato che da voi la domanda “dolcetto o scherzetto” sarà ben accolta. Con un po’ di calma e tanto divertimento nei pomeriggi precedenti la festa potrete realizzare spaventose ragnatele utilizzando spaghi e fili di lana avanzati da vecchi lavori. Potrete poi ritagliare sagome di pipistrelli, fantasmi e streghette e coprire alcuni mobili con lenzuoli bianchi per dare alla vostra casa un’aria spettrale. Se volete realizzare lumini (magari inserendo dei led, più sicuri delle fiammelle vive), potreste utilizzare buste per il pane bianche e marroni che, arricciate, daranno un’atmosfera da vera serata delle streghe o intagliare, come da tradizione anglosassone, le zucche (magari biologiche) dopo averle svuotate della polpa con cui realizzare dolcetti e altri piatti tipici.

halloween casa ecofriendly

Streghette, fantasmini e mummie…

Un pizzico di paura, un bicchiere di divertimento e fantasia a volontà sono gli ingredienti per realizzare con ciò che si ha in casa meravigliosi costumi come la mummia, un fantasma, lo scienziato pazzo o trasformarsi in stregone indossando un bellissimo cappello realizzato con un po’ di cartone e un pizzico di fantasia.

Per il trucco in volto basterà un po’ di colorante per alimenti ed il gioco è fatto.

Ok, ora è tutto pronto, ma come spedire gli inviti?

Un pipistrello hightech farà al caso vostro per messaggi via whastsapp o email!

Previous post:

Next post:

Powered by Greenbean and Heppni | Privacy Policy