novembre 14, 2014

Gravidanza: prepararsi al parto con lo yoga

pregnant woman mother belly relaxing park yoga meditationLa gravidanza, lo si sente affermare spesso, non è una malattia. Ciò nonostante, si tratta di una fase della vita della donna caratterizzata dal cambiamento e dalla ricerca di nuovi equilibri. In questi mesi più che mai è importante saper ascoltare il proprio corpo e le sue evoluzioni, per arrivare al momento del parto in modo sereno e naturale.

Se è vero che l’esercizio fisico intenso deve gradualmente lasciare spazio al rallentamento e al riposo, questo non significa che sia necessario bandire qualsiasi tipo di attività che interessi il corpo. Al contrario, lo yoga si rivela uno strumento utile per le future mamme che desiderano arrivare al parto preparate nel fisico e nella mente.

Il termine “yoga”, di origini antichissime, rimanda al concetto di unione: si tratta di una disciplina volta a favorire la profonda conoscenza di sé e l’unione tra spiritualità e fisicità. Durante la gravidanza, lo yoga può guidare nella conoscenza e nell’ascolto dei cambiamenti in corso, favorendo la percezione della nuova vita in formazione, con la quale iniziare a creare il più profondo dei legami.

Coinvolgendo sia la dimensione fisica sia quella psicologica, questa millenaria disciplina offre benefici che interessano entrambe queste sfere: dal punto di vista psicologico, utilizzando come armi principali la respirazione e la meditazione, aiuta a liberare la mente dalle ansie, dai timori e dalle preoccupazioni. Attraverso esercizi leggeri combinati con le tecniche di rilassamento, lo yoga favorisce la gestione più serena dei diversi stati emotivi che caratterizzano la gravidanza.

Acquisite durante il corso dei mesi, le stesse pratiche di respirazione si rivelano un utilissimo strumento di gestione del dolore durante il parto e degli intensi stati emotivi che vi si accompagnano. Tramite il rilassamento e la meditazione si potranno ascoltare e percepire in modo profondo movimenti e segnali del bambino man mano che procede il suo sviluppo.

I benefici non sono solo psicologici: un mirato percorso di yoga pre parto permette di migliorare la circolazione sanguigna, alleviando la sensazione di gonfiore articolare che può caratterizzare la gravidanza.

Anche la muscolatura ne trae vantaggio, con positive conseguenze sia immediate sia a lungo termine: durante la gravidanza lo yoga aiuta a mantenere corretta la postura e rinforzare i muscoli che sostengono la colonna vertebrale, riducendo il mal di schiena.

In vista del giorno più importante, gli esercizi proposti dallo yoga permettono il rafforzamento della muscolatura pelvica, riducendo il rischio di prolasso vaginale e favorendo il parto.

Come ogni percorso, anche lo yoga in gravidanza si sviluppa per tappe: gli esercizi devono essere mirati per ogni fase della gestazione, aiutando ad affrontare i diversi cambiamenti che si susseguono nel corso dei mesi e rispondendo alle specifiche esigenze della donna. Con un cammino mirato, lo yoga non presenta particolari controindicazioni e deve essere evitato soltanto dalle donne con gravidanze a rischio.

Siete pronte a rilassarvi insieme al vostro bambino?

Previous post:

Next post:

Powered by Greenbean and Heppni | Privacy Policy