maggio 20, 2015

Biancheria intima ecologica per prenderci cura del nostro corpo e dell’ambiente

biancheria intima ecologicaPrenderci cura del nostro corpo durante i giorni di flusso mestruale, utilizzando prodotti biologici e al 100% naturali, è un vero e proprio gesto d’amore. Siamo sicure di replicarlo anche durante tutti gli altri giorni? Una corretta igiene intima, con prodotti non aggressivi, non è l’unico modo: anche la scelta della biancheria può condizionare il nostro stato di salute.

Ftalati, solventi, metalli pesanti possono essere presenti come residui della lavorazione tessile industriale: tutte sostanze non solo inquinanti, ma anche potenzialmente dannose per la nostra pelle e per gli organi più delicati. La scelta di biancheria intima ecologica implica invece l’utilizzo di materiali di origine naturale, non trattati con procedimenti aggressivi, realizzati riducendone al minimo l’impatto ambientale sia della fase di produzione, sia per quanto riguarda il successivo smaltimento.

Biancheria intima ecologica: una carezza per la pelle

Dai bambini agli adulti, dall’utilizzo quotidiano all’ambito sportivo, l’intimo ecologico non è solo appannaggio dei soggetti dalla pelle delicata o con particolari disturbi, come psoriasi, allergie o dermatiti; oggi più che mai, la scelta di biancheria intima benefica per la pelle e per l’ambiente è quantomai variegata e offre soluzioni alla portata di chiunque.

Quando, però, la biancheria intima può essere considerata ecologica? Non è sufficiente che vi sia del tessuto naturale, come il cotone: i tessuti misti possono comunque risultare irritanti e, in ogni caso, il processo di lavorazione può fare la differenza. La migliore opzione dunque è quella di informarsi relativamente all’azienda produttrice, assicurandosi che ponga attenzione alla dermocompatibilità e all’ecocompatibilità della propria linea di abbigliamento intimo.

I tessuti realizzati a partire da materie prime di origine vegetali e provenienti dal territorio assicurano un ridotto impatto ambientale abbattendo i trasporti, dando vita allo stesso tempo a prodotti in grado di essere facilmente riciclate al termine del loro ciclo di vita. La ricerca, in tal caso, ha fatto molti passi avanti, basti pensare ai prodotti realizzati a partire dalla canapa.

Tutta la protezione del cotone e della canapa

Accanto al più tradizionale cotone, la canapa sta prendendo sempre più piede in ambito tessile, in quanto materiale adatto alla produzione di capi ecosostenibili e non aggressivi con la pelle. Quando si parla di biancheria intima ecologica, la protezione è fondamentale: scegliere prodotti derivanti da coltivazioni biologiche di canapa o cotone significa eliminare ogni potenziale fonte di inquinamento per l’ambiente e per la pelle sin dalla coltivazione, che avviene senza l’uso di diserbanti e pesticidi.

Utilizzati spesso in concomitanza, cotone e canapa risultano anallergici e, dunque, particolarmente indicati per coloro che presentano particolari sensibilità o irritabilità, oppure vere e proprie malattie come la psoriasi o altre forme di dermatiti. Questi materiali offrono, inoltre, tessuti morbidi ed estremamente traspiranti: una vera e propria carezza sulla nostra pelle.

 

Previous post:

Next post:

Powered by Greenbean and Heppni | Privacy Policy