marzo 18, 2015

Yoga per accogliere la menopausa

Schermata 2015-03-09 alle 23.40.19Difficile dire se l’ingresso nella menopausa comporta maggiori cambiamenti a livello fisico o a livello psicologico: mentre i sintomi dei quali si parla più spesso interessano l’organismo, la psiche della donna si trova in un importante momento di transizione e si prepara ad iniziare una nuova fase della vita.

Come ogni cambiamento, anche la fine del periodo fertile può comportare disagi, timori e insicurezze, nonché la necessità di raggiungere l’accettazione dei cambiamenti fisici in corso. In questo percorso su un doppio binario, lo yoga può aiutare a ripristinare l’equilibrio tra corpo e mente.

Lo yoga per il corpo…

Dal punto di vista fisico, lo yoga può essere sfruttato per mantenersi in forma e perfino ridurre i sintomi della menopausa. Quando il ciclo mestruale cessa di attuarsi, anche il metabolismo della donna subisce delle variazioni, pertanto fare del movimento fisico leggero ma che agisce in modo completo sui muscoli è un ottimo modo per evitare improvvisi aumenti di peso o perdita di tonicità.

Le asana più indicate sono quelle invertite e quelle che prevedono esercizi di allungamento muscolare: in questo modo anche il sistema circolatorio ne trae vantaggio e si limitano i rischi di patologie cardiovascolari, derivanti dalla mancata rigenerazione sanguigna.

Degli esercizi proposti dallo yoga, non tutti sono indicati a questa particolare fase della vita: ad esempio, è consigliabile evitare le asana che richiedono torsioni del busto e che sollecitano in modo intenso i muscoli addominali. Più in generale, sono indicati esercizi che favoriscono il rilassamento e che prevedono movimenti dolci, senza sforzi eccessivi: movimenti fluidi, così come la respirazione.

… e per la mente

Questo tipo di approccio alla pratica dello yoga andrà ad agire positivamente anche sulla mente, che a sua volta restituirà di nuovo al corpo i benefici tratti: è questo il modo nel quale il ritmo circolare potrà tornare ad essere presente nell’individualità della donna.

Attraverso esercizi volti a contrastare lo stress e i sentimenti negativi, infatti, si potranno limitare anche i sintomi che proprio da tale disposizione della mente e dell’animo risultano acuiti. Saranno da favorire le asana che aprono le porte alla meditazione, alla riflessione e al raccoglimento interiore, per permettere alla donna di percepire se stessa in cambiamento.

Unire alle pratiche yoga alcune sedute di meditazione permetterà dunque di entrare meglio in connessione con se stesse e imparare a conoscere di nuovo il proprio corpo, per saper meglio rispondere alle sue esigenze in evoluzione: ancora una volta, ecco la riscoperta di una ciclicità benefica.

Previous post:

Next post:

Powered by Greenbean and Heppni | Privacy Policy