aprile 8, 2014

Spring time: oli essenziali pieni di energia

Tangerine essential oil and tangerines on wooden tableLa Primavera ci porta un ambiente più caldo, amichevole, e la Natura inizia a sprigionare tutta la sua forza e la sua bellezza. Anche olfattivamente percepiamo dei cambiamenti, e i primi fiori si fanno vedere copiosi. Il periodo primaverile, colorato e vivace, per noi può essere anche un periodo di spossatezza, e a volte ci sentiamo stanchi anche se non sappiamo perché. Un vecchio proverbio dice “Aprile dolce dormire”, e l’inizio di temperature più alte ci fa rilassare e percepire la nostra stanchezza.

Gli oli essenziali ci possono essere di aiuto in questo periodo, se ci sentiamo un po’ più stanchi del solito; in diffusione nell’ambiente, una bella miscela rinfrancante può essere costituita da:

5 gocce di Limone,

5 gocce di Pompelmo,

3 gocce di Menta Piperita.

In questa sinergia, troviamo il Limone, con tutta la sua freschezza, e la sensazione che ci restituisce di lucidità e presenza, unito al Pompelmo, che con un odore più amaro ma sempre accattivante, crea una miscela agrumata molto piacevole. L’aggiunta della Menta ci permette di dare ulteriormente una sferzata di energia alla nostra fragranza, che sarà piacevole diffondere sia in casa, sia in ambienti di studio e lavoro.

Ricordati anche che questa sinergia è utile per pulire gli ambienti perché contiene degli oli essenziali antivirali e antibatterici; potresti anche aggiungerla al detersivo per pavimenti per ottenere un pulito “tutto profumato”.

Per una sinergia più delicata e meno attivante, possiamo optare per una seconda ricetta:

5 gocce di Mandarino

5 gocce di Arancio amaro

3 gocce di Neroli

Creando un insieme che darà dolcezza, serenità e freschezza alle nostre giornate. Il Mandarino è un olio essenziale dolce, che riporta spesso all’infanzia, a momenti di serenità e benessere; lo uniamo all’Arancio amaro, una essenza che porta sia la bellezza dell’Arancio che una nota un poco amaricata, cosa che lo rende intrigante e ideale compagno del Mandarino. A tutto questo aggiungiamo un poco di Neroli, i fiori di Arancio amaro, che con il suo aroma soave danno alla sinergia una sfumatura di leggerezza e radiosità.

Questa sinergia, meno attivante di quella precedente, potrà essere usata da chi preferisce odori che diano una sensazione di accoglienza e benessere.

Il Mandarino in particolare potrà esserti sempre utile per esempio alla sera se desideri creare un ambiente particolarmente rilassante nella camera da letto: diffondi solo questa essenza per un’ora prima di coricarti; puoi utilizzare questo metodo anche per la cameretta del tuo bambino, che apprezzerà l’odore di questo agrume che “sa di buono”.

Per la diffusione nell’ambiente, ricordati che la quantità di gocce da usare dipende dall’ampiezza della stanza in cui vuoi usare il tuo diffusore, e anche dalla potenza dello stesso, quindi fai qualche esperimento su quali quantità di gocce siano ideali per il tuo spazio. Con gli oli essenziali possiamo dare un “colore” agli spazi nei quali viviamo, studiamo, lavoriamo, e renderli più accoglienti e armonici per noi e per le persone che ci sono vicine.

Elena Cobez

 

 

 

Previous post:

Next post:

Powered by Greenbean and Heppni | Privacy Policy