febbraio 17, 2016

Esercizi mindfulness per vincere lo stress e conoscere te stessa

Ti capita mai di guidare da un posto all’altro sovrappensiero, senza quasi avere coscienza del viaggio? Oppure di consumare un pranzo veloce, con il pensiero già rivolto alle mille cose da fare dopo, per poi non ricordare nemmeno più che cosa tu abbia mangiato, a distanza di qualche ora?

Quando le responsabilità sono molte, la vita è frenetica e i compiti da portare a termine nell’arco di una giornata sono tanti, si rischia di proiettare talmente tanto il pensiero sul futuro da dimenticare di avere coscienza del momento presente.

Tutto questo diventa fonte di ansia, di stress, di insoddisfazione: tutte sensazioni negative che la mindfulness si pone l’obiettivo di eliminare. La migliore definizione del termine che dà nome a questa disciplina è probabilmente quella proposta da Jon Kabat – Zinn: “Mindfulness significa prestare attenzione, ma in un modo particolare:a) con intenzione, b) al momento presente, c) in modo non giudicante”.

esercizi mindfulness

Fare spazio nella mente al “Qui ed ora”

La mindfulness affonda le proprie radici nella meditazione, discostandosi però dalla volontà di svuotare la mente eliminando ogni pensiero conscio: al contrario, questa disciplina punta alla più profonda e completa percezione di sé durante lo svolgimento di ogni azione.

Prendere coscienza delle proprie sensazioni e delle proprie emozioni, senza negarle nessuna: questa è la chiave dell’efficacia della mindfulness. Tendiamo spesso a nascondere le sensazioni negative e a ignorarle, per non doverle affrontare. Proprio da questo processo, però, possono avere origine stati depressivi o ansiosi.

Sospendendo il giudizio, la mindfulness ci insegna ad accettare la realtà così com’è, senza piegarsi nella rassegnazione quando le cose non ci soddisfano: piuttosto, riconoscendo dignità e legittimità non solo alle sensazioni positive, ma anche a quelle negative.

Due piccoli esercizi Mindfulness

Non sono indispensabili lunghe ore di meditazione per riuscire a percepire i primi risultati. Possono bastare cinque minuti da dedicare al rilassamento durante la giornata. Per imparare a concentrarsi sul qui ed ora, sono molte le discipline che sottolineano l’importanza della respirazione e la mindfulness non fa eccezione. Prenditi qualche minuto per chiudere gli occhi e concentrarti sulla respirazione, prendendo coscienza di questo processo del quale siamo inconsapevoli per la maggior parte del tempo.

Ecco un altro esercizio facile e rapido: da seduta, con lo sguardo rivolto in avanti, stendi le braccia lateralmente all’altezza delle spalle e muovi le dita, concentrando gli occhi sulla visione periferica. Lentamente, porta le braccia in avanti, continuando a muovere le dita. Torna poi nella posizione di partenza e ripeti più volte l’esercizio, restando concentrata sul movimento delle dita.

Previous post:

Next post:

Powered by Greenbean and Heppni | Privacy Policy