agosto 2, 2013

Vestirsi di Green al proprio matrimionio. Ad ognuno la propria idea!

Silvana Santo - ecomatrimonioContinua la rubrica per organizzare il vostro ecowedding, insieme a Letizia Palmisano. Dopo le fedi, oggi si parla dell’abito del giorno delle proprie nozze… un sogno che molte spose coltivano sin da bambine grazie alle tante favole popolate da principesse con vestiti meravigliosi. Se il colore classico di questo vestito è il bianco ci sono degli accorgimenti per dare un piccolo tocco di verde a ciò che indosserete nel giorno del vostro ecomatrimonio.

Partiamo dal vostro armadio! Ebbene sì, potreste fare una scelta ad impatto l’impatto zero sia per l’ambiente che il portafogli. C’è un abito a cui tenete molto, che vi ricorda un giorno speciale o semplicemente che vi piace più di tutti gli altri appesi nel vostro armadio? Perché non averlo al proprio fianco, o meglio sui propri fianchi, anche nel giorno del proprio matrimonio semmai impreziosito da qualche particolare accessorio?

Se poi, sfogliando le foto su facebook o le pagine di qualche vecchio album, vi capitasse di ammirare la bellezza dell’abito indossato da un’amica o addirittura da vostra madre nel giorno del suo matrimonio (certe stoffe, si sa, non tornano più) quale soluzione migliore del farsi prestare l’abito?

Il cucito non è fra i vostri passatempi preferiti? Non preoccupatevi, troverete uno studio sartoriale che, ove ve ne fosse bisogno, potrà riadattare il vestito o saprà inserire quel particolare che lo renderà unico: una fascia, un fiore appuntato, o un accessorio che amate, come un velo, un coprispalle e i guanti. Chi invece usa la macchina da cucire come un’appendice del proprio braccio potrà anche crearne uno nuovo – chiedendo prima il permesso alla precedente proprietaria – con le sapienti arti del ‘riciclo creativo’ magari abbinando corpetti e gonne di modelli diversi o aggiungendo qualche decorazione. Investimento richiesto? Ago, filo, qualche perlina, un po’ di tempo e tanta fantasia.

Non avete nessuno che vi possa prestare o cedere l’abito gratuitamente? Cercate uno dei tanti atelier che propongono abiti usati!  Il risparmio è assicurato, l’impatto ambientale dell’abito sarà già ammortizzato al 50% e poi, una volta indossato, potrete sempre prestarlo o rivenderlo. Per trovare l’abito che fa per voi potete consultare i forum dedicati ai matrimoni in cui gli sposi mettono in vendita i vestiti (con tanto di descrizioni, misure e foto) o contattare gli atelier dell’usato ove il prezzo degli abiti è leggermente maggiore rispetto alla vendita tra privati, ma, in compenso, viene offerto il servizio di personalizzazione.

Una validissima alternativa che si sta diffondendo in tutta Italia è quella del noleggio. Spendendo cifre alla portata di qualsiasi portafogli, si può condividere il proprio abito grazie ai servizi di affitto offerti da molti atelier. Oltre che ecologico, il noleggio vi permetterà di risparmiare soldi senza rinunciare all’abito dei vostri sogni. A partire da pochissime centinaia di euro saranno inclusi anche accessori come guanti e velo, scarpe e gioielli, le attività di sartoria per farvi cadere a pennello il vestito e la tintoria per la restituzione. Questa soluzione vi consentirà inoltre di non dover trovare nell’armadio lo spazio necessario per riporre il vestito.

Ove invece optiate per un abito nuovo potrete avere un occhio ‘eco’ sia nella scelta dei materiali che nel riuso dell’abito stesso.

Abito altarosa - ecomatrimonioAvete mai pensato ad un abito realizzato con tessuti ecosostenibili e/o derivanti da filiera equosolidale come canapa, ramie, seta, cotone biologico, lino, fibra di mais e la juta a cui stilisti ed atelier amici del pianeta ricorrono sempre più spesso? Come ci raccontano da Altarosa, la richiesta di abiti green è in continua crescita, a conferma che l’ecosostenibilità non conosce crisi. Per un abito su misura il prezzo oscilla da 1500 a 1900 euro.

Se la vostra scelta, poi, ricadrà su un bell’abito, da sera o da cocktail – magari colorato – potrete re-indossarlo in altre occasioni, come suggerito e scelto dalla giornalista ambientale Silvana Santo per le proprie nozze.
Gli stessi consigli valgono per la scelta degli accessori, dalla borsetta alle scarpe, lingerie inclusa e poi ovviamente per l’abito del futuro sposo.

A questo punto non c’è che da sbizzarrirsi, e in futuro lasciare un commento al post con un link alla foto dell’ecoabito che avrete scelto per il vostro giorno speciale!

Previous post:

Next post:

Powered by Greenbean and Heppni | Privacy Policy