giugno 10, 2013

Ecoletture: seconda puntata con i consigli di GreenKika per una vita più sostenibile

Architecture Books by Inhabitat Blog http://flic.kr/p/9Gcsz7Dopo i consigli del primo post per Organyc, ecco alcune delle letture che mi hanno permesso di rivoluzionare il mio privato spazio personale, per poter poi allargare a più ampie cerchie il mio impatto positivo sulle altre persone e sul pianeta. La capacità di scegliere è una peculiarità umana che non si può ignorare, e per quanto sembri piccolo e di poca importanza lo sforzo che una singola persona può fare per modificare il destino del pianeta, il cambiamento è nelle nostre mani, e se vogliamo che il mondo migliori dobbiamo cominciare a migliorare noi stessi.

Compostiera: Dalle bucce nascono i fiori – Carmela Giambrone
Una delle prime cose che ho fatto in casa per riusare gli scarti di cibo (gusci d’uovo, fondi di caffè, torsoli e bucce di frutta e verdura), poiché nel mio quartiere a Milano ancora non è attiva la raccolta dell’umido, è stato costruire una compostiera. Nel libro di Kia si possono trovare numerosi consigli per crearne una risparmiando, e per ottenere del fertilissimo humus per le proprie piante sul balcone. Non tutti hanno uno spazio sul balcone o sul davanzale per coltivare piante aromatiche, insalate e piante da frutta, lo so, perciò la compostiera potrebbe risultare superflua. Al di là di questo, poiché tutti normalmente produciamo rifiuti, abbiamo comunque il dovere morale e civico di svolgere una raccolta differenziata corretta e attenta, ed eventualmente di sfruttare e ridurre i nostri scarti per usarli al meglio.

Pulizie: L’aceto. Un prezioso alleato naturale - Luca Fortuna
Non funziona istantaneamente come i normali detergenti aggressivi che siamo abituati a usare: ci vuole un po’ di olio di gomito. Ma l’aceto bianco, che si trova in ogni supermercato a basso costo in bottiglioni da uno o due litri, è un ottimo detergente naturale per tutta la casa, che non contiene sostanze profumanti e allergizzanti come i comuni detersivi, che non inquina l’ambiente quando passa per gli scarichi, e non è rischioso per la salute di bambini e animali se ingerito o respirato. E una volta finita la bottiglia, la si può ricaricare presso qualche fornitore di vini e aceti sfusi, oppure la si può tagliare con uno strumento che si chiama Kinkajou con cui si possono creare splendidi bicchieri o lampadari o oggetti d’arredamento. Il vetro, inoltre, è riciclabile praticamente all’infinito, perciò il vantaggio globale di questo prodotto e del suo contenitore è indubbio.

Risparmio: Vivere in 5 con 5 euro al giorno – Stefania Rossini
In tempo di crisi niente è più utile di un libro su come risparmiare senza rinunciare ai piaceri della vita. Un esempio fra tanti, è la storia di una famiglia che è riuscita, escludendo il mutuo e la benzina, a vivere con soli 5 euro al giorno. Un manuale di decrescita felice che aiuta a migliorare il proprio tenore di vita, risparmiando grazie al baratto, il riciclo e l’autoproduzione.

Ricette senza sprechi: La cucina a impatto (quasi) zero – Lisa Casali
Se la rivoluzione passa prima di tutto dalla tavola, e soprattutto se siete appassionati di cucina, questo libro può rappresentare una vera sfida per voi. Lisa Casali, che nel frattempo ha anche pubblicato altri libri curiosi su come cucinare riducendo consumi di energia, denaro e cibo, si è avventurata nella ricerca di nuovi orizzonti culinari: sapevate che anche dalle bucce di patate, mele e zucca si possono ottenere ricette gustose e nutrienti? Tutto quello che una volta buttavamo via credendolo scarto, ora si può trasformare in piatti prelibati e curiosi. Io stessa ho assaggiato nella sua cucina delle favolose pietanze che non avrei mai pensato si potessero ottenere con torsoli, bucce e semi. Provare per credere.

Riciclo creativo: Io Ricreo – Manuale di riciclo creativo - Francesco Di Biasio
Se manualità e creatività non sono nelle vostre corde, poco male. Da soli o con i bambini ci si può divertire a riciclare in modo semplice gli oggetti più impensati che popolano la nostra casa e raccolgono polvere e occupano spazio che potrebbe essere meglio sfruttato. Barattoli di latta, cd, bottiglie di plastica, ritagli di stoffa possono diventare splendidi gioielli, utili contenitori, oggetti di arredamento per abbellire la vostra casa o creare regali originali a costo zero.

Esempi di vita vissuta: La mia vita a impatto zero – Paola Maugeri
Una storia di vita vissuta, che prende esempio dal newyorchese Colin Beavan, è quella di Paola Maugeri, che per alcuni mesi ha sperimentato nella frenetica Milano una vita a impatto zero, scoprendo che la sobrietà non è una perdita ma una ricchezza.
Niente paura, non vi sto consigliando di tagliare elettricità e gas per vivere al freddo e mangiare solo cibi crudi, ma voglio provare ad accendere un lume di consapevolezza nei cuori di chi pensa di non poter vivere senza il televisore, l’automobile per ogni tipo di esigenza, il cellulare più moderno e gli abiti di marca, e forse si è un po’ dimenticato (o non ha mai conosciuto) il piacere di vivere il proprio spazio e tempo in un modo diverso, con una lentezza piacevole fatta di condivisione, vicinanza con le altre persone e confronto, senza la tecnologia o il lusso a far da mediatore culturale e sociale.

Previous post:

Next post:

Powered by Greenbean and Heppni | Privacy Policy